Il Design

Marmo nero dello Zimbawe, pietra di Vicenza e di Aphyon, teak, rovere e legno di quercia: materiali rari e pregiati creano inedite combinazioni di superfici e armonie cromatiche, in un sottile equilibrio tra il rigore dello spazio e l’evocazione di atmosfere arricchite con arredi e finiture, disegnate dallo studio di architettura Antonio Citterio, Patricia Viel and Partners. La facciata in marmorino bianco, accostata al bel tracciato di strada del trentennio, è improntata alla ricerca di eleganza e leggerezza, e si innesta sull’originale facciata settecentesca.