Dan Graham debutta al Red Brick Art Museum
#Art

L’arte concettuale di Dan Graham approda al Red Brick Art Museum. Il famoso artista di New York porta a Pechino la sua attenzione per i fenomeni culturali che traduce in fotografie, video, performance, strutture di vetro e alluminio. Nel museo sono esposte le pagine dei giornali sulle quali negli anni ‘60 pubblicava le sue prime opere. Stampare su carta era un atto di protesta contro la poca attenzione dedicata all’arte: la bassa qualità del supporto sminuiva il valore del suo lavoro, riducendolo a mera pubblicità. Una sezione del Red Brick, inoltre, è dedicata alla musica con particolare attenzione al Rock and Roll: un’intera sala è allestita per permettere l’ascolto delle hit che hanno scandito i momenti della vita di Graham e della sua generazione. Infine, le installazioni di alluminio vetro e specchio, definite padiglioni a demarcare la loro natura ibrida a metà tra scultura e architettura, trasmettono il senso che l’artista vuole dare alle sue creazioni. Vuole che reinterpretino lo spazio e che prendano senso, si attivino, ma soltanto attraverso l’interazione con il visitatore.
Arianna Papalia - © 2018 ARTE.it per Bulgari Hotel Beijing