I prodigi tecnologici dell’antica Grecia al CMST
#Exhibitions

L’antica civiltà greca così come quella cinese hanno arricchito il patrimonio culturale dell’umanità con il loro contributo artistico, intellettuale e tecnologico. Nell’anno della cooperazione tra Grecia e Cina, il Museo di Herakleidon e il China Museum of Science and Technology inaugurano a Pechino una mostra che celebra la straordinaria abilità tecnica e artistica raggiunta dai pensatori greci più di 2.000 anni fa. Giungono dalla Grecia esempi di raffinate costruzioni navali e micidiali armi da combattimento. I modellini dei teatri in esposizione dimostrano un’elevata attenzione all’ingegneria del suono. I meccanismi che si attivano attraverso la forza idraulica e le sofisticate macchine per il conteggio delle fasi lunari o delle eclissi, riportano direttamente a un'epoca in cui l’uomo iniziava a costruire marchingegni che riflettevano la complessità del pensiero e di calcolo. "Eureka! Ho trovato!" era l’esclamazione che decretava l’inizio di un processo di traduzione del pensiero negli oggetti del vivere comune che avrebbe portato al progresso dell’umanità.
Arianna Papalia - © 2018 ARTE.it per Bulgari Hotel Beijing