Le sculture di Bourdelle al TAM
#Exhibitions

Il Tsinghua Art Museum dedica ancora una mostra ad uno dei maestri dell’arte occidentale: il pittore, scultore e professore francese Émile-Antoine Bourdelle. In esposizione al museo alcune delle sue sculture prodotte in più di 60 anni di carriera. Esposti diacronicamente in sei sezioni, i lavori testimoniano il debito dell’artista nei confronti dell’arte classica greca. Le figure mitologiche della tradizione ellenica diventano forme grazie al genio di Bourdelle che aggiunge il suo particolare gusto artistico e ne reinterpreta i canoni estetici. I visi serafici della tradizione classica assumono espressioni marcate, i corpi si allungano in movimenti più asimmetrici e sinuosi, i volumi diventano più pesanti e meno definiti. Oltre ai bronzi, dipinti a olio e schizzi preparatori delle opere completano il quadro d’insieme di un artista che ha profondamente influenzato l’arte di fine ‘800 lasciando alle future generazioni un modello con cui confrontarsi.
Arianna Papalia - © 2018 ARTE.it per Bvlgari Hotel Beijing