La potenza della natura al Natural History Museum
#Art

Un rinoceronte nero con le corna recise giace, simile a un gigante caduto, sotto un cielo plumbeo, vittima della spietata caccia dell’uomo. È di Brent Stirton lo scatto più bello dell’edizione 2017 del Wildlife Photographer of the Year, in mostra, insieme alle altre foto finaliste, al Natural History Museum. Nel corso di una cerimonia svoltasi lo scorso 17 ottobre, l’istituzione museale britannica, organizzatrice del contest fotografico tra i più prestigiosi al mondo, ha premiato gli scatti che hanno conquistato la giuria per tecnica, composizione e interpretazione, in una gara che ha visto oltre 50mila foto giungere da più di 90 paesi. Memorial to a species - questo il titolo del lavoro vincitore - racconta la drammatica caccia alle corna dei rinoceronti in Sud Africa, nella Hluhluwe Game Reserve. Ma accanto all’immagine scioccante di Stirton c’è anche il ritratto rilassato di un giovane gorilla, immortalato dal diciassettenne Daniël Nelson nel Parco Nazionale Odzala nella Repubblica del Congo, o il fascino degli oceani, con la medusa luminosa del francese Anthony Berberian. In questa suggestiva rassegna protagonista è la natura selvaggia, con il suo fascino, talvolta drammatico, che è pura emozione.
Samantha De Martin - © 2017 ARTE.it per Bvlgari Hotel London