1966-1970: cinque anni clou alla Fabbrica del Vapore
#Exhibitions

Cinque anni per cambiare il mondo. Dalle lotte per i diritti umani alla controcultura hippy, dall’invenzione della minigonna al Maggio Francese e alle proteste contro la Guerra in Vietnam, tra il 1966 e il 1970 la storia si è trasformata in una leggenda capace di attraversare gli Oceani. Molto più di una colonna sonora, la musica ha incarnato lo spirito di questa rivoluzione senza precedenti, nella Swinging London dei Beatles come nell’America di Woodstock. Per chi c’era e per chi ne ha sentito favoleggiare, dal Victoria and Albert Museum di Londra arriva una mostra che promette di diventare un cult: in Revolution. Musica e ribelli 1966-1970 temi, personaggi e atmosfere di una stagione unica tornano alla ribalta attraverso oltre 500 storie, oggetti e testimonianze. Canzoni che hanno segnato un’epoca, abiti che hanno fatto scandalo e tendenza, film icona, attimi di vita e momenti di grande storia rinascono in un percorso che strizza l’occhio a fascinosi miti vintage, senza sottrarsi a domande sul presente e sui destini delle istanze di quegli anni. Da non perdere, gli LP della collezione di John Peel, il conduttore radiofonico, DJ, produttore e giornalista britannico che fu pioniere di nuovi stili musicali, specchio e demiurgo delle passioni di una generazione.
Francesca Grego - © 2018 ARTE.it per Bulgari Hotel Milano