Al Forum di Assago il ritorno di Rod Stewart
#Music

A otto anni dal suo ultimo concerto italiano, Rod Stewart sceglie il pubblico del Mediolanum Forum di Assago per la sua unica data nella Penisola, in uno show che lo vedrà interpretare le numerose hit di una carriera pluridecennale. Classici come Sailing, The first cut is the deepest, Rythm of my heart, Hot legs, Tonight’s the night e Maggie May avranno ancora il suono della voce roca e graffiante di uno dei musicisti pop-rock più amati di tutti i tempi. Fino all’iconica Da ya think I’m sexy, presentata lo scorso agosto agli MTV Video Music Awards nella rivisitazione realizzata insieme ai DNCE. Inserito per ben due volte nella Rock Hall of Fame (con i Faces e da solista), vincitore dell’ambito e raro Diamond Award, nel corso della sua carriera Rod Stewart ha venduto oltre 200 milioni di dischi e collaborato con big del calibro di Paul McCartney, Sting, Stevie Wonder, Brian Adams ed Ennio Morricone. E dire che il suo primo desiderio era diventare un calciatore: dopo aver sfiorato un contratto da professionista, a far cambiare idea a Rod the Mod fu la frequentazione della scena British Blues dei primi anni Sessanta. John Paul Jones (futuro Led Zeppelin), Mick Fleetwood (Fleetwood Mac) e Ron Wood (dal 1975 chitarrista dei Rolling Stones, con cui Stewart condivise l’avventura dei Faces) sono stati i suoi primi compagni di viaggio, prima del decollo come grande solista.
Francesca Grego - © 2018 ARTE.it per Bulgari Hotel Milano