Sulle tracce del Che alla Fabbrica del Vapore
#Exhibitions

A 50 anni dalla morte del Che, un viaggio nella storia per conoscere l’uomo, l’utopista e il combattente Ernesto Guevara e rivivere la straordinaria avventura che fu la sua vita. Più di 1000 documenti - in parte inediti - recuperati dal ricchissimo archivio del Centro Studi Guevara a L’Avana sono alla base di una narrazione costruita su più livelli. Fotografie ufficiali e private, video d’epoca, lettere, diari, discorsi e scritti autografi restituiscono un ritratto complesso e denso di sfumature, sullo sfondo ben delineato dell’America Latina degli anni Cinquanta e Sessanta. Dai ricordi d’infanzia ai leggendari viaggi in bici o in moto negli angoli più reconditi del Continente, dall’incontro con Castro all’ultima missione in Bolivia e alla controversa scomparsa, prende corpo un racconto fatto di imprese rocambolesche e dubbi esistenziali, passioni politiche e nostalgia degli affetti più cari, sulla colonna sonora originale composta da Andrea Guerra, vincitore del premio Soundtrack Star alla 74esima Mostra del Cinema di Venezia. Per i più curiosi al piano superiore sono disponibili tavoli interattivi per la consultazione dei documenti integrali e una sala proiezioni per guardare documentari e filmati originali. Dulcis in fundo, un’installazione dedicata al Che dall’artista statunitense Michael Murphy, pioniere della Perceptual Art.
Francesca Grego - © 2017 ARTE.it per Bulgari Hotel Milano