Il Novecento di carta in mostra al Castello Sforzesco
#Exhibitions

Il Novecento si racconta attraverso la bellezza della carta, nel luogo che per primo ha ospitato le istituzioni d’arte cittadine, le cui collezioni, riunite nel tempo grazie ad acquisti e donazioni, si sono arricchite lentamente di quell’ingente patrimonio culturale pubblico che ha dato vita alle diverse realtà museali della città. Novecento di carta, in mostra nelle Sale Viscontee del Castello Sforzesco, è un viaggio in un patrimonio unico per qualità e varietà, raramente visibile per ragioni conservative. Era dal 1991 infatti che questi tesori - oltre 200 esemplari grafici tra disegni, stampe, incisioni, carte dipinte e libri d’artista - non venivano esposti, tutti insieme, allestiti secondo una scansione cronologica, per raccontare artisti e tendenze che hanno attraversato il secolo breve. Da Carlo Carrà ad Alberto Martini, da Umberto Boccioni ad Amedeo Modigliani, passando per Sironi, de Chirico, Guttuso, Burri, Michelangelo Pistoletto e Alighiero Boetti, il Novecento sgattaiola dal Gabinetto dei Disegni della Civica Raccolta delle Stampe “Achille Bertarelli”, dalla Biblioteca d’Arte, dalla Galleria d’Arte Moderna, dal Museo del Novecento e dalle collezioni di Intesa Sanpaolo per raccontarsi ai visitatori del percorso espositivo. Per gli appassionati di grafica d’arte, la mostra sarà anche un’occasione per partecipare, il 12 e 13 maggio, a Milano Graphic Art, due giorni di eventi tra esposizioni, laboratori e visite guidate presso stamperie e studi d’artista.
Samantha De Martin - © 2018 ARTE.it per Bvlgari Hotel Milano