Il meglio del living alla Milano Design Week
#Art

Riflettori puntati sulla Milano Design Week, la grande manifestazione costruita intorno al Salone del Mobile, punto di riferimento imprescindibile per gli operatori e gli amanti del design di tutto il mondo. Brand prestigiosi, celebri progettisti e giovani emergenti sono pronti a portare in città il meglio delle ultime tendenze dell’abitare. Fuori dagli spazi della Fiera, una miriade di eventi, mostre, allestimenti speciali, party e aperture straordinarie anima i quartieri milanesi nel Fuorisalone: un’imperdibile esplosione di creatività che negli ultimi anni ha rappresentato la vera forza di attrazione della Design Week. Oltre al Salone Internazionale del Mobile - classico, design e di lusso - e al Salone Internazionale del Complemento d’Arredo, l’appuntamento fieristico di quest’anno offre alcuni focus mirati. In EuroCucina 2018 e FTK-Technology for the Kitchen, per esempio, protagonista è un ambiente domestico sempre più fluido e smart che si avvale di nuovissime tecnologie domotiche. Idem per il bagno, la stanza del benessere e del relax al centro del Salone Internazionale del Bagno. Africa/America Latina: design emergente aprirà invece una finestra sulla straordinaria vitalità dell’emisfero Sud, con due allestimenti per un totale di 650 designer. Il Salone del Mobile si espande nel cuore della città con Living Nature, la mostra-installazione dello studio Carlo Ratti che in Piazza Duomo esplora il rapporto tra la natura e l’abitare all’interno di una “serra all’inglese 2.0”, mentre a Palazzo Marino saranno esposti i progetti premiati con il Milano Award per creatività, innovazione e ricerca tecnologica. Il Fuori Salone entra nel vivo nello storico quartiere di Brera, zeppo di showroom di arredo e gallerie d’arte, dove spiccano i progetti dei tre designer “ambassador” del distretto: Cristina Celestino, che firma l’allestimento di un vecchio tram trasformato in un salotto su rotaie, Elena Salmistraro, autrice di una grande installazione in Piazza XXV Aprile, e Daniele Lago, che animerà i due Appartamenti Lago di Milano con mostre, incontri e laboratori. A Tortona, altro centro nevralgico del Fuorisalone, tra showroom di moda e atelier fotografici la tappa must è Superstudio Più, dove ammirare la mostra labirinto di Nendo, disposta su una superficie di 800 metri quadri, e il “Superloft”, un’abitazione immaginaria arredata da 30 grandi nomi del design, senza trascurare istallazioni spettacolari e tante proposte living in arrivo dal Giappone. E poi San Babila, con i cortili aperti di Via Durini e i grandi brand dell’illuminazione di Corso Monforte; Porta Venezia con allestimenti in bellissimi palazzi privati; le Cinque Vie, dove curiosare tra artigianato e design in edizione limitata o divertirsi alla Design Parade con festa all’arrivo in Piazza Affari. Per finire con i brand emergenti e le novità ecologiche di Isola, ai piedi del Bosco Verticale, la new entry di Loreto - a due passi dalla Stazione Centrale - animato da Ventura Projects nell’ex quartier generale dei Futuristi di Via Paisiello (FuturDome), e le proposte innovative di Lambrate, il quartiere periferico rilanciato negli ultimi anni proprio dalla Design Week.
Francesca Grego - © 2018 ARTE.it per Bvlgari Hotel Milano