Il dialogo di Omar Galliani con Caravaggio alle Gallerie d’Italia
#Exhibitions

Un debito formale ed emozionale, ereditato da uno dei più grandi maestri di sempre. La voce di Omar Galliani, tra le più originali del panorama artistico contemporaneo, si leva dal ciclo inedito Rosso cadmio per Caravaggio e dialoga, attraverso note dense di suggestione, con l’immagine di Sant’Orsola nell’ultima opera del Merisi, godendo della vicinanza di questo dipinto parte della mostra L’ultimo Caravaggio. Eredi e Nuovi Maestri. Le riflessioni dell’artista di Montecchio Emilia - a partire dagli anni immediatamente successivi all’Accademia quando, in pieno ambiente concettuale, ricorreva alla figurazione per esprimere nuovi significati attinenti al fare artistico, passano attraverso dieci opere storiche. A connotarle, l’uso del collage, della fotografia, l’inserzione di oggetti, lo strappo del foglio, che contestualizzano Galliani calandolo nel suo presente. Un fil rouge disteso da alcuni elementi cardine come lo spazio, la luce, la figura, in reazione alchemica con Caravaggio, sfociano in un processo di trasfigurazione simbolica dei materiali e della realtà rappresentata, dando vita a una pittura nera ammaliante, caricata di contrasti rossi.
Samantha De Martin - © 2017 ARTE.it per Bulgari Hotel Milano