Tronchi sonori e acustiche tensioni matematiche alla Fondazione Pomodoro

Tronchi sonori e acustiche tensioni matematiche alla Fondazione Pomodoro
#Exhibitions

Con la sua sinestesia che genera materiale vibrante grazie a una relazione acustico-matematica, Roberto Pugliese tesse, negli spazi della Fondazione Pomodoro, una scultura sonora che sfrutta al meglio le risonanze architettoniche, restituendo “voce” allo spazio. Realizzato appositamente per gli ambienti della Project Room - le cui piante architettoniche sono servite per rielaborare alcuni valori numerici in seguito assegnati a una serie di algoritmi genetici e funzioni complesse - Concerto per Architettura consente all’artista napoletano di arrivare a esplorare la natura vibrazionale della materia. Attraverso questo nuovo sistema linguistico nel quale lo spazio e il suono diventano valore intrinseco dell’opera, il lavoro di Pugliese chiede al visitatore di partecipare, insieme allo spazio, all’intero sistema musicale. Eseguito sotto forma di concerto la sera dell’inaugurazione, il 18 settembre, l’intervento sarà registrato e riprodotto per tutta la durata della mostra attraverso un'installazione appositamente studiata dall'artista, alla quale si affiancheranno altre due sculture sonore tipiche della ricerca di Pugliese. In Score (2016) e in Risonanti pressioni materiche (2014), saranno infatti alcune piccole “trombe” poste l’una accanto all’altra ad emettere il suono composto dall’artista.
Samantha De Martin - © 2018 ARTE.it per Bulgari Hotel Milano