Martin Margiela e i suoi molteplici linguaggi

Martin Margiela e i suoi molteplici linguaggi
#Exhibitions

Per la sua prima mostra personale in Asia, M WOODS invita l’artista ed ex stilista di moda di fama internazionale Martin Margiela a reinventare la sede del museo attraverso una serie di installazioni, sculture, performance, collage, dipinti, film nuovi e su commissione. La mostra - presentata in stretta collaborazione con Lafayette Anticipations, Fondation d’entreprise Galeries Lafayette - dove Martin Margiela ha tenuto la sua prima personale nel 2021- comprende oltre 50 nuove opere d’arte e installazioni con performance interattive e progetti site-specific. Sviluppata nell’arco di oltre un anno insieme all’artista stesso, la mostra si concentra sul dialogo continuo che Martin Margiela ha costruito ispirandosi all’arte, alla materia, al corpo, al tempo, al genere e alla partecipazione del pubblico. Sin dagli anni 80 del secolo scorso, Martin Margiela si è fatto conoscere grazie alle sue sfilate sperimentali il cui sincretismo tra generi, culture, approcci lo hanno reso una delle voci più iconiche e indipendenti del panorama della moda degli ultimi decenni.
Manuela Lietti - © 2022 ARTE.it per Bulgari Hotel Beijing