Astrazione e calligrafia nelle opere di Abdul Qader Al Rais

Astrazione e calligrafia nelle opere di Abdul Qader Al Rais
#Exhibitions

Noto per i suoi dipinti a olio astratti, che attingono alla calligrafia araba e alle forme geometriche, e per i suoi acquerelli di paesaggio, Abdul Qader Al Rais è un artista autodidatta nato nel 1951 a Dubai, dove ancora oggi vive e lavora. Influenzato dai pittori olandesi, dagli impressionisti francesi, ma anche dalla cultura di origine, nella sua pratica artistica ha sempre privilegiato la pittura. Agli esordi i suoi lavori erano radicati nel realismo, l’artista prediligeva rappresentare paesaggi e architetture tradizionali degli Emirati. Dagli anni ’80 il suo lavoro ha assunto temi legati alla politica e, in particolare, alla situazione della Palestina. In seguito, a partire dagli anni ’90, si è orientato verso un misto di astrazione e calligrafia, concentrandosi sui contorni delle lettere arabe, che ora sono considerate il suo stile distintivo. La mostra Nuqta: The Diacritic, ospitata alla Leila Heller Gallery di Dubai, presenta alcuni recenti lavori, oli su tela e acquarelli su carta, che appartengono al terzo periodo dell’artista. Alcune sue opere sono esposte in importanti Musei internazionali come, tra gli altri, il British Museum di Londra e il Museum of Contemporary Art di Shanghai. Mentre i suoi murales pubblici si possono ammirare nell'aeroporto e nella metropolitana di Dubai.
Alessandra Migliorini - © 2020 ARTE.it per Bulgari Resort Dubai