Le suggestioni mediterranee di Eduardo Perez-Cabrero

Le suggestioni mediterranee di Eduardo Perez-Cabrero
#Exhibitions

Su una parete della Leila Heller Gallery di Dubai oltre 400 pezzi di ceramica blu compongono una installazione al tempo stesso leggera e imponente, I will take you up to the stars. Sulla parete accanto campeggia un enorme anemone in alluminio spazzolato, Anemonae, come di allumino spazzolato è la scultura Secret Garden, che suggerisce un giardino labirintico, realizzato e posizionato in modo tale da creare un gioco di luci e ombre. Sono solo alcuni dei recenti lavori, prodotti con diversi materiali come alluminio, ceramica, resina e pigmenti, e per lo più di grandi dimensioni, che Eduardo Perez-Cabrero presenta nella mostra personale dal titolo Silent Day. A parlare sono le sue opere, che raccontano quanto nella pratica di questo artista catalano, nato a Barcellona nel 1961, sia forte l’influenza culturale del suo paese e della sua terra. Suggestioni mediterranee che emergono nella scelta e nell’uso dei colori: il blu, il giallo, il bianco, il verde, in tonalità intense e gioiose e che si rivelano nelle forme sinuose e tondeggianti delle sculture, che rimandano al mondo organico e trasmettono energia e sensualità.
Alessandra Migliorini - © 2021 ARTE.it per Bulgari Resort Dubai