L’arte è di tutti al Reem Park

L’arte è di tutti al Reem Park
#Art

Portare l’arte fuori dai musei, in mezzo alla gente, nella vita quotidiana, generare una fruizione spontanea e non mediata, rendere più attraenti gli spazi urbani e migliore la vita di che ne usufruisce. Sono queste le idee che hanno spinto la Aldar Properties in collaborazione con Abu Dhabi Art a chiamare l’artista degli Emirati, Mohammed Ahmed Ibrahim e il collettivo formato dagli iraniani residenti a Dubai, Ramin Haerizadeh, Rokni Haerizadeh e Hesam Rahmanian. Lo spazio pubblico su cui sono intervenuti è il Reem Park di Abu Dhabi, un parco di un milione di metri quadrati, recentemente aperto, situato sull’omonima isola. Gli artisti hanno adornato pilastri, scalinate e campi da gioco. Mohammed Ahmed Ibrahim ha creato cinque muri concepiti come pagine di un libro, che possono essere lette in entrambe le direzioni. Il collettivo ha dipinto i 24 pilastri che circondano lo skatepark di 2400 metri quadrati, per farlo si sono ispirati alla cultura locale, alla poesia pre-islamica, alle collezioni del Louvre di Abu Dhabi e dell’Etihad Museum, creando graffiti colorati e variegati, frutto di un dialogo tra spazio e arte. Tutti hanno potuto godere di una grande libertà artistica e durante la realizzazione dei loro lavori hanno saputo cogliere le suggestioni offerte dal luogo stesso e dall’interazione con i suoi visitatori, realizzando opere 'vive’ che sono in aperta conversazione con il pubblico.
Alessandra Migliorini - © 2019 ARTE.it per Bulgari Resort Dubai