Donne alla finestra, da Rembrandt a David Hockney

Donne alla finestra, da Rembrandt a David Hockney
#Exhibitions

Una donna alla finestra: giovane o anziana, pensosa o sorridente, volge lo sguardo verso lo spettatore oppure resta assorta nelle sue attività, ignara delle attenzioni che si posano su di lei. Quali pensieri attraversano la sua mente? Quale vita si cela oltre il davanzale? Dalle civiltà antiche ai giorni nostri, il soggetto della donna alla finestra ha affascinato innumerevoli artisti, suscitando empatia e curiosità voyeuristiche. Lo scopriremo da Dulwich Picture Gallery in una mostra che attraversa i secoli per indagare un motivo enigmatico e intrigante, capace di conquistare committenti e spettatori di ogni tempo. Cuore dell’allestimento è la Fanciulla alla finestra di Rembrandt, un’immagine potente che sembra condensare il senso di tutte le altre. Ma il percorso è denso di sorprese, con più di 40 dipinti, sculture, fotografie, video e installazioni realizzate nell’antica Roma e nel Medioevo, dai maestri del Moderno e dagli artisti più influenti della nostra epoca. Accanto ai vasi greci e ai bassorilievi romani del British Museum troveremo così opere di Louise Bourgeois, David Hockney, Gerrit Dou, Pablo Picasso, Marina Abramović, Cindy Sherman: decine di personaggi e di finestre aperte, connessi in un’inedita trama di senso.
Francesca Grego - © 2022 ARTE.it per Bulgari Hotel London