Verso una Fashion Week in versione “phygital”

Verso una Fashion Week in versione “phygital”
#Lifestyle

Una Fashion Week in versione “phygital”. Fervono i preparativi per la grande kermesse londinese firmata British Fashion Council, che dal 17 al 22 settembre toccherà passerelle virtuali, ma anche alcuni luoghi fisici, invitando designer di womenswear e creativi di menswear all’atteso evento definito quest’anno "gender-neutral". Mentre la piattaforma digitale LFW continua a snocciolare, per il pubblico di appassionati e per gli addetti ai lavori, contenuti multimediali esclusivi che coniugano moda, cultura e tecnologia, si attende il programma ufficiale degli appuntamenti, che terrà conto delle linee guida del governo sul distanziamento sociale. A inaugurare il primo evento “reale” post-Covid nella capitale della moda sarà, il 17 settembre, Burberry con una performance a metà tra virtuale e reale, che, rinunciando agli spettatori fisici, punta su un ritorno alla natura e sull’essenzialità degli spazi aperti per ridefinire il panorama della moda attraverso nuove forme di espressione.
Samantha De Martin - © 2020 ARTE.it per Bulgari Hotel London