Circus 1903. Incanto e adrenalina in versione vintage

Circus 1903. Incanto e adrenalina in versione vintage
#Entertainment

Quando il buio avvolge gli spalti e i riflettori puntano sull’arena, la Royal Festival Hall si trasforma in un mondo di meraviglia: è Circus 1903, lo show che riporta in vita la magia e i numeri leggendari dell’epoca d’oro del circo. Acrobati, giocolieri, animali fantastici e artisti di ogni paese si danno appuntamento al Southbank Centre come sotto i tendoni di inizio Novecento, per lasciare a bocca aperta centinaia di spettatori. Dopo il successo della scorsa stagione, nuove attrazioni sono pronte a sorprenderci con una travolgente carica di adrenalina: è il caso della Ruota della Morte Brasiliana, da seguire con il fiato sospeso in un finale che da solo vale il biglietto. Nulla sembra impossibile per il contorsionista etiope Senayet Asefa Amare, mentre i Remarkable Risleys della Mongolia danno i brividi con rischiose esibizioni di forza e abilità. Anche gli elefanti tornano in pista, grazie ai fantocci a grandezza naturale creati dai burattinai di War Horse, e tra loro c’è la mitica Queenie, star mondiale dello sci d’acqua. Di prodigio in prodigio, la fantasia prende il posto della realtà sfidando ogni legge della fisica: a riportarci con i piedi per terra ci pensa François Borie, provetto giocoliere che si costringe a sbagliare almeno un colpo, per strappare ai comuni mortali una risata liberatoria.
Francesca Grego - © 2019 ARTE.it per Bulgari Hotel London