Frieze Sculpture: arte nel verde a Regent’s Park

Frieze Sculpture: arte nel verde a Regent’s Park
#Art

Più di 20 artisti internazionali e una qualità senza precedenti: si annuncia così l’edizione 2019 di Frieze Sculpture, da alcuni anni imperdibile attrazione culturale dell’estate londinese. Ancora una volta gli English Gardens di Regent’s Park, a pochi passi dai padiglioni che in autunno ospiteranno le prestigiose Frieze London e Frieze Masters, si trasformano in un museo en plein air, accessibile a tutti gratuitamente. “Il più grande spettacolo d’arte all’aperto di Londra”, come lo definisce il direttore artistico Stella Sawicka, è pronto a conquistare i visitatori con opere provenienti da tutto il mondo che ben rappresentano gli approcci contemporanei alla pratica della scultura. In mezzo al verde del parco troveremo la Pop Art dello statunitense Robert Indiana con un’installazione monumentale dedicata al potere dei numeri, l’inquietante figura When I Sleep dell’artista britannica Tracey Emin, la Jaguar della brasiliana Vik Muniz, che ingrandendo una macchinina per bambini rimette in gioco i valori del sistema dell’arte, e un bronzo alto tre metri del pakistano-americano Huma Bhabha, singolare incrocio tra fantascienza e scultura antica. E poi uova giganti, esseri ibridi a metà strada tra una donna e un coniglio, case a forma di palla, sculture coloratissime create assemblando vecchie auto, pronte a interessare grandi e piccini in un itinerario adatto anche alle visite in famiglia. Per sapere tutto delle opere in mostra, basterà infine scaricare le audioguide per smartphone messe a disposizione gratuitamente dagli organizzatori e lasciarsi accompagnare dalla voce della curatrice Clare Lilley.
Francesca Grego - © 2019 ARTE.it per Bulgari Hotel London