Da Ai Weiwei a Eddie Peake, la grande arte trasloca a Piccadilly

Da Ai Weiwei a Eddie Peake, la grande arte trasloca a Piccadilly
#Art

I musei sono chiusi? Niente paura: a Londra la grande arte ha conquistato la strada. L’ultimo, innovativo progetto della capitale britannica in questa direzione si chiama Circa ed è una piattaforma di arte pubblica spuntata nel bel mezzo della città. Siamo a Piccadilly Circus e il cartellone pubblicitario più grande d’Europa mette in pausa le comunicazioni commerciali per fare spazio a celebri nomi del contemporaneo. Ogni sera lo schermo 4K si trasforma in una immensa tela digitale, dove opere concepite per l’occasione si materializzano per due minuti, alternandosi secondo un programma mensile. Ad accomunarle tutte è la riflessione sul 2020, un anno che nessuno di noi dimenticherà facilmente. Ai Weiwei, che ha aperto le danze a ottobre, ha offerto ai passanti di Piccadilly un video di 60 minuti, gettando un nuovo sguardo sulla propria vita a partire dall’avvento della pandemia. A dicembre, invece, l’artista britannico Eddie Peake accenderà l’inverno con uno spettacolo carico di colori e di energia. E per chi non potesse trovarsi in centro alle 20? Circa ha pensato anche a loro, con trasmissioni in streaming in tempo reale e contenuti creati dagli artisti da fruire sulla piattaforma online circa.art.
Francesca Grego - © 2020 ARTE.it per Bulgari Hotel London