Le tele Bonnard illuminano la Tate

Le tele Bonnard illuminano la Tate
#Exhibitions

E’ un ritorno in grande stile quello di Pierre Bonnard alla Tate Modern a vent’anni dall’ultima grande esposizione che aveva celebrato l’artista francese sul suolo di Sua Maestà, riscuotendo allora un notevole successo di pubblico. Esponente di spicco dei Nabis, il movimento di avanguardia che era nato in Francia sul finire del XIX secolo sulla scia degli Impressionisti, Bonnard aveva elaborato una sua poetica originale e intimista attraverso l’uso non convenzionale del colore, contorni netti e disegno semplificato. L’esposizione in programma alla Tate, organizzata in collaborazione con la Ny Carlsberg Glyptotek di Copenhagen e il Kunstforum di Vienna si concentra sulla seconda parte della produzione di Bonnard, a partire dal 1912, quando la ricerca sul colore diviene tema dominante dell’artista fino alla sua morte nel 1947. Una selezione accurata di lavori offre ai visitatori la possibilità di cogliere paesaggi e scene domestiche che catturano momenti di vita quotidiana nel tempo, dove qualcuno ha appena lasciato la stanza, un pasto è appena finito o uno sguardo rubato a un compagno.
Samantha De Martin - © 2019 ARTE.it per Bulgari Hotel London