La Summer Exhibition slitta all’inverno

La Summer Exhibition slitta all’inverno
#Exhibitions

“Allestire una mostra annuale aperta a tutti gli artisti di merito” per finanziare la formazione di giovani creativi nelle scuole della Royal Academy. Nasceva su questi principi, nel 1769, la Summer Exhibition, che da allora non ha mai mancato un’estate, anche durante gli anni della guerra. Quest’anno, a causa dell’emergenza sanitaria, per la prima volta in oltre 250 anni, slitterà all’inverno per portare ancora una volta sotto i riflettori la riflessione degli artisti su tematiche come l’immigrazione e i confini contesi, la minaccia ecologica e il paesaggio, sotto forma di installazioni, pittura, film, scultura, fotografia. A causa delle circostanze eccezionali, gran parte della preparazione di questa piattaforma unica, che consente ad artisti emergenti e talenti affermati di presentare le proprie opere incontrando un pubblico internazionale, si è svolta virtualmente. La novità di quest’anno? L'introduzione di "muri invisibili" in uno spazio della galleria, supporti sospesi al soffitto e che aggiungono un'ulteriore dimensione.
Samantha De Martin - © 2020 ARTE.it per Bulgari Hotel London