Dallo studio alla strada: tutto sulle sneakers al Museo del Design

Dallo studio alla strada: tutto sulle sneakers al Museo del Design
#Exhibitions

Un tempo si chiamavano semplicemente scarpe da ginnastica. Poi le sneakers sono diventate icone culturali e totem di appartenenza. Ormai slegate da un uso specifico, le usiamo pressoché in ogni occasione, sotto i jeans o per sdrammatizzare un outfit elegante. Se le subculture giovanili le hanno elette a feticci, l’alta moda non è da meno: non c’è marchio o griffe che non si sia misurato con le scarpe del tempo libero, dando origine a cult spesso imprevedibili. Una mostra dedicata alle sneakers, insomma, era ormai necessaria. Ci ha pensato il Museo del Design di Londra, con un viaggio nel mondo delle calzature sportive “dallo studio alla strada”. Ben 270 modelli sono pronti a mostrarci l’evoluzione delle sneakers nel tempo, tra curiosità storiche, dettagli tecnici e scorci sullo street style. Da Adidas a Converse, da Puma a Reebok, Asics, Vans, i grandi marchi sono pronti a condividere i propri segreti. “La mostra rivela il ruolo che i giovani di diversa estrazione hanno svolto nel trasformare le sneakers in icone di stile e nel guidare un settore che ora vale miliardi”, spiega la curatrice Ligaya Salazar, e conduce il pubblico “dietro le quinte delle nuove pratiche di upcycling e design sostenibile”, alla scoperta dei trend del futuro. Tra le chicche da non perdere, le prime scarpe biologicamente attive sviluppate nei laboratori del MIT e un innovativo robot per la produzione di tomaie pronto ad entrare in azione sotto gli occhi dei visitatori.
Francesca Grego - © 2021 ARTE.it per Bulgari Hotel London