Un capolavoro per Milano: L’Adorazione dei Magi di Artemisia

Un capolavoro per Milano: L’Adorazione dei Magi di Artemisia
#Art

Per la prima volta nella sua storia, nel 2019 il Capolavoro per Milano del Museo Diocesano sarà un dipinto realizzato da una donna: si tratta dell’Adorazione dei Magi di Artemisia Gentileschi, che arriverà nel capoluogo lombardo dalla Cattedrale di Pozzuoli già a fine ottobre per riunire attorno a sé cittadini e turisti durante le festività natalizie. Prima importante commissione pubblica della pittrice, l’opera rappresentò anche il più grande riconoscimento della sua carriera: ad offrirle l’incarico fu il vescovo spagnolo Martìn de Lèon y Cardenas in un momento in cui Napoli e i suoi dintorni erano uno dei più fiorenti centri artistici della penisola. Artemisia, dal canto suo, era ormai un’artista rinomata: superati il trauma e lo scandalo dello stupro che la portò lontana da Roma, si era fatta valere a Firenze e a Venezia nonostante la concorrenza agguerrita. I colleghi napoletani le offrirono nuovi spunti per integrare la lezione dell’amato Caravaggio. Nell’Adorazione dei Magi i suoi colori intensi ed essenziali incontrano scenografici effetti di luce e ombra, mentre si rafforza l’attenzione alla verità delle cose. Dignità e dolcezza, sfarzo e intimità convivono nella rappresentazione dell’episodio evangelico, tra stoffe pregiate, sapienti giochi di sguardi e un’elegante teatralità.
Francesca Grego - © 2019 ARTE.it per Bulgari Hotel Milano