A Palazzo Reale un viaggio nella mente del genio del Rinascimento

A Palazzo Reale un viaggio nella mente del genio del Rinascimento
#Art

Un viaggio nell’immaginazione di Leonardo, tra macchine, mappe, terrificanti immagini di diluvio, citazioni tratte dai manoscritti del maestro, restituisce al pubblico tutta la complessa attualità del genio. Per celebrare i 500 anni dalla morte del maestro, Palazzo Reale e l’Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani promuovono un’esposizione multimediale affidata a Studio Azzurro. Scandito da sette videoinstallazioni, di cui cinque interattive, il percorso dedicato a Leonardo ci “parla” tanto del suo, quanto del nostro tempo. In quattro sezioni il visitatore è invitato a scegliere alcune parole-chiave tratte dal lessico vinciano, che, una volta pronunciate, danno vita alle narrazioni video, nelle quali i disegni di Leonardo sono affiancati, percorsi o rivisitati da filmati talora iperrealistici, talora quasi astratti. Dalle osservazioni sulla natura allo sguardo “largo” sulle città - che non tralascia le mode, i riti, le abitudini di una società complessa - dal paesaggio, con le vedute “a volo d’uccello” alle macchine di pace (ruote dentate, ruota a tazze, studi per il «modo di camminare sull’acqua» e respirare sott’acqua, guanti palmati, salvagente, scafandro) il visitatore fluttua nella grande mente del genio. La quinta sezione è dedicata alle macchine da guerra, mentre nella sesta, su un tavolo di otto metri, alcuni gessi riproducono elementi del corpo umano, maschile e femminile. Volgendo la luce di piccole torce su un gesso si avvia il racconto video relativo a quella porzione di corpo. Nell’ultima parte del percorso dedicata alla pittura, un monitor presenta una decina di dipinti di Leonardo.
Samantha De Martin - © 2019 ARTE.it per Bulgari Hotel Milano