Quattro artisti a confronto con Vincenzo Agnetti sul tema dello spazio

Quattro artisti a confronto con Vincenzo Agnetti sul tema dello spazio
#Exhibitions

Un confronto tra le opere di Vincenzo Agnetti, rilette da quattro giovani artisti alla luce delle esigenze culturali di oggi, prende forma negli spazi dell’Archivio Agnetti attraverso una mostra che inaugura il nuovo ciclo intitolato Andata e Ritorno. Il percorso si intitola Spazio/Territorio. Quattro artisti: un dialogo con Vincenzo Agnetti ed è incentrato sullo spazio, a partire dai concetti elaborati dall’artista milanese, primo tra tutti la dicotomia spazio/territorio. Sergio Limonta, Filippo Manzini, Cesare Pietroiusti, Luca Vitone espongono ciascuno un’opera in relazione ad uno o più lavori del maestro. Se Limonta mette a confronto le sue bandiere appiattite con quelle elaborate dall’artista nella definizione di uno spazio geopolitico, Filippo Manzini espone le sue fotografie in bianco e nero e a colori che lo immortalano negli spazi urbani, con le sue sbarre metalliche come sculture effimere. Ad affrontare lo spazio istituzionale, il Corfine, sono invece le opere di Cesare Pietroiusti, mentre Luca Vitone porta in mostra alcuni suoi lavori dedicati alle comunità Rom, il popolo nomade opposto ad ogni territorialità uno fra i concetti centrali indagati da Agnetti con i suoi feltri, le grafiche e gli assiomi sull’argomento.
Samatha De Martin - © 2022 ARTE.it per Bulgari Hotel Milano