Da Fondazione Prada il Barocco secondo Luc Tuymans

Da Fondazione Prada il Barocco secondo Luc Tuymans
#Exhibitions

Il corpo, il sangue, il teatro. Sono questi secondo Luc Tuymans gli elementi costitutivi del Barocco, che negli spazi di Fondazione Prada dilata i suoi tradizionali confini per abbracciare il contemporaneo. Caravaggio, Rubens e Van Dyck si ritrovano accanto agli artisti di oggi e il confronto mostra quanto la sensibilità del Seicento sia sorprendentemente vicina alla nostra. Non a caso il Barocco nasce in tempi di grandi incertezze simili a quelle che stiamo vivendo, come ha spiegato il celebre pittore belga, qui nelle vesti di curatore. Più di 80 opere realizzate da 62 artisti mettono in scena la sua idea, che prende forma in una trama di allusioni, rimandi e corto circuiti visivi. Capolavori di maestri seicenteschi spagnoli, italiani e fiamminghi intessono dialoghi con le ricerche di Takashi Murakami, di Bruce Nauman o dei Chapman Brothers, tra immagini di provvisorietà esistenziale, visioni di meraviglia, eccessi perturbanti. Antico e contemporaneo si incontrano infine in opere come Circa Tabac di Carla Arocha e Stéphane Schraenen, in cui le sculture lignee del maestro settecentesco Johann Georg Pinsel si scompongono e si moltiplicano vertiginosamente sulle superfici di specchi irregolari.
Francesca Grego - © 2018 ARTE.it per Bulgari Hotel Milano