Colori in trasformazione: viaggio nel mondo di Renata Boero

Colori in trasformazione: viaggio nel mondo di Renata Boero
#Exhibitions

Kromo: la materia cromatica che diventa pittura. Kronos: i tempi dei fenomeni e delle trasformazioni, le relazioni tra i materiali, le loro attrazioni o repulsioni. Una sorta di rituale in cui il colore è anche odore, sensazione, è la ricerca di una totalità dove l’inesorabilità della materia naturale, abbandonata ogni mediazione linguistica, porta direttamente alla vita”. Così Renata Boero illustra il proprio lavoro: colore, materia e manualità messi insieme in una pratica che lascia ampio spazio alla natura, sia nel farsi dell’opera sia nella sua evoluzione futura. È dagli anni Sessanta che Boero porta avanti la sua ricerca e il Museo del Novecento le rende omaggio in occasione dell’Art Week: in mostra i Cromogrammi delle origini, le più recenti serie Germinazioni e Fiori di Carta, fino alle ultimissime Ctoniografie, in cui l’opera si completa da sé dopo essere stata interrata. L’itinerario espositivo è un invito a entrare nell’intimità dello studio dell’artista, per comprenderne i processi creativi grazie a strumenti, fotografie, appunti e volumi. Ma come nascono le tele variopinte di Renata Boero? Vengono immerse in un infuso di erbe, radici e pigmenti naturali: ripiegate come pagine di un libro, assorbono il colore lungo linee che ne definiscono ritmo e disegno in una sorta di racconto cromatico. Il colore è “materia e matrice” della pittura, il vero autore che nel tempo, a contatto con gli agenti atmosferici, ne traccerà l’instabile destino.
Francesca Grego - © 2019 ARTE.it per Bulgari Hotel Milano