Diorami del possibile: i "Kaleidos" di Teresa Giannico

Diorami del possibile: i "Kaleidos" di Teresa Giannico
#Art

Fotografia, disegno e scultura sono alla base dei micromondi di Teresa Giannico (Bari, 1985): spazi intimi in bilico tra il reale e il possibile, creati a partire da immagini di oggetti quotidiani catturate in rete o fotografate dall’artista. Da questo giacimento visivo Giannico seleziona gli elementi delle sue composizioni, che disegnerà su carta e stamperà, per poi comporli in piccoli diorami, fotografarli e infine distruggerli, conservando nello scatto l’unica traccia del processo. Dalla manipolazione di realtà e storie preesistenti scaturiscono combinazioni e dialoghi inattesi, da cui emerge tutto l’interesse dell’autrice per il teatro e la scenografia. Due progetti inediti si integrano nel percorso espositivo di Viasaterna Gallery. In Lay Out (2015) l’artista si concentra nella riproduzione di interni reali scovati tra gli annunci pubblicati in Internet, mettendo in relazione la sfera privata e la vetrina pubblica dello spazio digitale. Ricerca8 (2018) ci conduce invece nel mondo del disegno e della giustapposizione pittorica: qui gli oggetti appaiono sospesi in una dimensione misteriosa, evocando presenze umane destinate a restare nell’ombra.
Francesca Grego - © 2019 ARTE.it per Bulgari Hotel Milano