Icone del design: Vico Magistretti in Triennale

Icone del design: Vico Magistretti in Triennale
#Exhibitions

“Genio, eleganza e semplicità”: secondo Stefano Boeri sono queste le tre grandi componenti della personalità di Vico Magistretti, l’architetto e designer milanese protagonista di una grande mostra da poco inaugurata in Triennale. Proprio qui, nel Palazzo dell’Arte, il lavoro di Magistretti ottenne i primi importanti riconoscimenti. Erano gli anni del secondo dopoguerra e la ricostruzione faceva di Milano un cantiere in continuo movimento, animato dai più interessanti talenti del panorama italiano. Alla sua città l’architetto avrebbe regalato icone come la Chiesa di Santa Maria Nascente, la Torre al Parco di Via Revere e il grande palazzo in Corso Europa, senza contare gli straordinari progetti di design nati dalle collaborazioni con Cassina, Artemide, Flou, Kartell. In omaggio ai cent’anni dalla nascita di Magistretti (1920 - 2006), la mostra in Triennale ne presenta per la prima volta l’intero lavoro, dagli oggetti più famosi ai progetti di architettura, attraverso un ricco repertorio di disegni, schizzi, fotografie, prototipi e pezzi originali. In primo piano, la dimensione internazionale della sua opera, testimoniata da progetti e scambi in Inghilterra, in Giappone e nei paesi scandinavi, e l’influenza esercitata sul design contemporaneo, come raccontano gli omaggi di Konstantin Grcic e Jasper Morrison, suoi allievi al Royal College of Art di Londra. Il tutto nel segno del rosso, il colore preferito dal maestro.
Francesca Grego - © 2021 ARTE.it per Bulgari Hotel Milano