Leonardo e il Duomo. Storia di un'avventura

Leonardo e il Duomo. Storia di un'avventura
#Exhibitions

Quando Leonardo da Vinci giunse a Milano, la Fabbrica del Duomo era in pieno fermento. Così, tra il Cenacolo di Santa Maria delle Grazie, i tanti lavori per la corte degli Sforza e i suoi amati studi scientifici, il genio del Rinascimento riuscì a dare un contributo significativo anche alla nascita della futura icona della città. All'ordine del giorno c’era allora il progetto del tiburio, che vide cimentarsi celebrità come Donato Bramante, Luca Fancelli e Francesco di Giorgio Martini. A 500 anni dalla morte dell'artista e inventore toscano, una mostra racconta il suo passaggio nel cantiere della Cattedrale, esplorando un momento cruciale nella costruzione del monumento. Manoscritti, libri, disegni e opere di proprietà della Veneranda Fabbrica del Duomo escono dall'ombra per presentarsi ai visitatori lungo un percorso articolato in cinque sezioni. Dal Quattrocento ai nostri giorni, la storia dello straordinario edificio gotico e del centro cittadino si svela in una ricostruzione immersiva. Un approfondimento multimediale realizzato in collaborazione con il Politecnico di Milano analizza infine alcuni fogli del Codice Atlantico, facendo luce sulle proposte di Leonardo per il tiburio.
Francesca Grego - © 2019 ARTE.it per Bulgari Hotel Milano