Leonardo e Warhol si incontrano alla Cripta di San Sepolcro

Leonardo e Warhol si incontrano alla Cripta di San Sepolcro
#Exhibitions

Un viaggio lungo quattro secoli, scandito da due guide d’eccezione, ripercorre l’innovazione architettonica e tecnologica che dalla mente visionaria di Leonardo ha portato alla Milano dei grattacieli e del Bosco verticale. Un percorso nella città vissuta, disegnata e immaginata dal genio di Vinci, accompagna il visitatore fino alla visione di The Last Supper di Andy Warhol, l’opera con cui nel 1986 il padre della Pop Art reinterpretò il capolavoro leonardesco. Cornice raffinata di questa iniziativa, che ricade nell’ambito delle celebrazioni per il quinto centenario della morte di Leonardo, la Cripta di San Sepolcro. Dalla Sala Sottofedericiana della Pinacoteca Ambrosiana il percorso si apre con un’installazione multimediale che, attraverso immagini di grande suggestione, guida il visitatore nella Milano immaginata da Leonardo. In questo viaggio che procede per temi, il pubblico scopre l’impiego delle acque, il rapporto con la terra e la natura, ma ha anche modo di assaporare la Milano della musica e quella solidale prefigurata dalla tavola dell’Ultima Cena. Il percorso scivola lungo il corridoio leonardiano per chiudersi nella cripta della Chiesa del Santo Sepolcro, un luogo a cui il maestro era molto legato e che in una mappa del Codex Atlanticus, indicava come il vero centro della città.
Samantha De Martin - © 2019 ARTE.it per Bulgari Hotel Milano