L’eclettismo di Lygia Pape alla Fondazione Carriero

L’eclettismo di Lygia Pape alla Fondazione Carriero
#Exhibitions

Poliedricità ed eclettismo. Sulla scia di queste caratteristiche, inscindibili in Lygia Pape, a quindici anni dalla sua scomparsa, la Fondazione Carriero dedica un percorso agli oltre 40 anni di carriera dell’artista brasiliana che ha fatto del confronto con la molteplicità dei linguaggi - dal disegno alla scultura, dal video al balletto fino alla fotografia - una personalissima sintesi artistica. Si tratta della prima personale mai dedicata da un’istituzione italiana ad una delle maggiori esponenti del Neoconcretismo in Brasile, organizzata in stretta collaborazione con Projeto Lygia Pape. La mostra - che ben si inserisce tra gli spazi della Fondazione - rappresenta un vero e proprio viaggio nell’universo dell’artista, tra nuclei di opere realizzate tra il 1952 e il 2000. Nel lavoro di Lygia Pape, caratterizzato da una particolare declinazione del modernismo, dove la figura umana acquisisce centralità e il linguaggio si apre alla sensualità in una sorta di sincretismo artistico, convivono mondi diametralmente opposti.
Samantha De Martin - © 2019 ARTE.it per Bulgari Hotel Milano