Le atmosfere introspettive di Liu Ye alla Fondazione Prada

Le atmosfere introspettive di Liu Ye alla Fondazione Prada
#Exhibitions

In una sorta di ambiguità sospesa tra realtà e invenzione, l’universo creativo di Liu Ye combina forze creative diverse, dalla memoria all’immaginazione, dall’osservazione alla formazione artistica. Accessibile e impenetrabile al tempo stesso, il percorso dell’artista si svela attraverso l’arte, strumento tramite cui il pittore indaga e scopre se stesso, in un contesto fondato sul reciproco scambio tra produzione artistica e vita quotidiana. Inaugurato per la prima volta a Prada Rong Zhai, a Shanghai nel 2018, il progetto espositivo del pittore cinese prosegue a Milano includendo una selezione di 35 dipinti realizzati a partire dal 1992. L’immaginario intimo e sensuale dell’artista trova le sue molteplici fonti di ispirazione nella letteratura, nella storia dell’arte, nella cultura popolare del mondo occidentale e orientale. Le sue atmosfere evocano purezza, sospensione, introspezione. A contatto con le pareti di cemento e l’architettura industriale di Fondazione Prada, i suoi dipinti attivano un contrasto cromatico e materico con gli ampi spazi espositivi, descrivendo l’universo pittorico personale di Liu Ye, estraneo a qualsiasi movimento artistico specifico.
Samantha De Martin - © 2020 ARTE.it per Bulgari Hotel Milano