L’eredità di Leonardo nei disegni dell’Ambrosiana

L’eredità di Leonardo nei disegni dell’Ambrosiana
#Exhibitions

Prosegue il ricco programma espositivo che celebra il Cinquecentenario di Leonardo alla Veneranda Biblioteca Ambrosiana. Tra i luoghi chiave dell’arte del genio vinciano, nella seconda parte del 2019 l’istituzione milanese ne approfondisce le tecniche grafiche e il carattere innovativo con una ricercata selezione di disegni. In mostra fogli rari e preziosi segnati dalla mano dell’artista rinascimentale ma anche dai suoi allievi più dotati, come Francesco Melzi e Giovanni Antonio Boltraffio, che testimoniano il suo ruolo di maestro all’interno di una vera e propria scuola e l’influenza sull’arte successiva. L’allestimento a cura di Benedetta Spadaccini si propone di presentare in modo nuovo i disegni di Leonardo, all’interno di un progetto di ricerca concepito per attrarre gli esperti, come il grande pubblico. “Il presupposto fondamentale di questa mostra”, ha spiegato la curatrice, “è il ruolo fondamentale svolto da Leonardo nell’introduzione di nuove tecniche disegnative, nonché i miglioramenti e le sperimentazioni da lui apportati alle tecniche già note”. Via libera dunque ad opere realizzate con inchiostro e gessetti colorati, matite e punte metalliche, in un percorso che evidenzia le personalità originali di ciascuno degli allievi di Leonardo, mentre video e macrofotografie ci portano nel backstage del lavoro degli studiosi con i risultati delle ultime indagini effettuate sui disegni.
Francesca Grego - © 2019 ARTE.it per Bulgari Hotel Milano