Al via la XXII Esposizione Internazionale della Triennale

Al via la XXII Esposizione Internazionale della Triennale
#Exhibitions

Talvolta profondamente compromessi o addirittura distrutti, i legami tra uomo e natura sono il fil rouge che unisce i diversi progetti di architettura e design della XXII Esposizione Internazionale della Triennale. Broken Nature: Design Takes on Human Survival esplora il concetto di design ricostituente mettendo in luce oggetti e strategie che reinterpretano il rapporto tra gli esseri umani e il loro contesto costituito da ecosistemi sociali e naturali. La mostra tematica è composta da quattro lavori appositamente commissionati a Formafantasma (Andrea Trimarchi e Simone Farresin), Neri Oxman, Sigil Collective e Accurat. I loro progetti propongono approcci creativi che mirano a correggere il corso autodistruttivo dell’umanità e a ripensare la nostra relazione con l’ambiente e con tutte le specie presenti sul pianeta. La mostra tematica comprende una selezione di circa cento progetti, esempi di design, architettura e arte ricostituente provenienti da tutto il mondo e realizzati negli ultimi tre decenni. Broken Nature ospita installazioni e oggetti nuovi come Transitory Yarn di Alexandra Fruhstorfer accanto a pietre miliari come l’Hippo Roller di Pettie Petzer e Johan Jonker, il progetto residenziale Quinta Monroy di Elemental, le 100 sedie abbandonate che l’artista Martino Gamper ha trasformato in cento giorni. Si tratta di progetti che hanno talvolta esercitato un forte impatto sulla società e sul modo in cui gli esseri umani interagiscono con il mondo che li circonda. Per la prima volta vengono inseriti in un unico dialogo e in un unico spazio, suggerendo il potenziale del design come catalizzatore di cambiamenti sociali e comportamentali.
Samantha De Martin - © 2019 ARTE.it per Bulgari Hotel Milano