Progetti d’arte sui bitcoin

Progetti d’arte sui bitcoin
#Art

Chronus Art Center (CAC) fondato a Shanghai nel 2013 è uno spazio di stampo pionieristico, essendo la prima istituzione in Cina di natura non commerciale completamente votata alla creazione e all’indagine su tematiche quali arte e tecnologia, arte e nuovi media. Anche la nuova mostra Crypto_Manifold dimostra questo spiccato interesse: l’esposizione collettiva presenta il lavoro di artisti cinesi e internazionali che si interrogano sulle applicazioni panoptiche della tecnologia del bitcoin. I 9 progetti esposti ad opera di !Mediengruppe Bitnik, CHEN Baoyang, Simon Denny, Grayson Earle, Sarah Friend, Marija Bozinovska Jones, Paul Kolling & Max Hampshire & Paul Seidler, Matthias Tarasiewicz, Lina Theodorou & Rob Myers affrontano diverse problematiche che vanno da DAO (Decentralized Autonomous Organization), cripto monete, cripto algoritmi, ponendo lo spettatore al centro di una riflessione sempre più contemporanea e necessaria su come le tecnologie modifichino i comportamenti umani e li determinino, mutando anche il percorso che le singole vite possono intraprendere nonché il loro grado di partecipazione nella creazione di nuovi spazi topologici. Nella mostra ci si interroga se la tecnologia dei bitcoin potrà risolvere le crisi finanziarie future, ponendo fine alle disparità economiche oppure porterà ad una corruzione tecnologica basata sul consenso digitale ottenuto attraverso l’uso del capitale stesso.
Manuela Lietti - © 2020 ARTE.it per Bulgari Hotel Shanghai