Mind the Deep: 22 artisti alla scoperta dell'Intelligenza Artificiale

Mind the Deep: 22 artisti alla scoperta dell'Intelligenza Artificiale
#Exhibitions

Molti di noi sanno ben poco dell'Intelligenza Artificiale, della sua storia e delle sue applicazioni. Ma non c'è bisogno di essere esperti in tecnologie per rendersi conto che siamo ad un punto di svolta. Indipendente dal livello di consapevolezza, siamo ormai immersi nell'era del Tecnocene: algoritmi invisibili governano le nostre vite, app sofisticatissime ma di straordinaria immediatezza ci indirizzano verso decisioni apparentemente spontanee, i tentacoli di reti neurali sempre più efficienti strisciano su valli e fondali marini per connetterci in un osmotico abbraccio di menti umane ed elettroniche. Il nostro quotidiano è già cambiato, e si prepara a trasformarsi ancora. Ma che cosa sta succedendo all'arte? In che modo gli artisti si servono delle ultime invenzioni? Quali visioni del futuro possono nascere dai cambiamenti in atto? Per scoprirlo basta visitare lo Shanghai Ming Contemporary Art Museum, dove 22 artisti cinesi e internazionali sono riuniti per indagare sul tema. Nella “terra di Alan Turing” dove ormai viviamo tutti, cambiano anche i metodi, le pratiche e le prospettive degli artisti immersi nei circuiti del "DeepMind” tra inquietudine ed entusiasmo.
Francesca Grego - © 2019 ARTE.it per Bulgari Hotel Shanghai