Indagine di 6 artisti sulle metamorfosi

Indagine di 6 artisti sulle metamorfosi
#Exhibitions

La Pearl Lam Galleries Shanghai presenta una mostra collettiva che raggruppa i lavori di artisti molto diversi tra loro, sebbene accomunati dal loro interesse per la materia, le sue metamorfosi estetiche e semantiche, e per la continua rigenerazione spirituale e materiale della loro pratica artistica. La mostra trae ispirazione dagli scritti del filosofo Nietzsche sulle tre metamorfosi secondo cui lo spirito diventa dapprima un cammello, un cammello diventa un leone, infine un leone diventa a sua volta un bambino. La traduzione cinese del titolo (hua), invece, si riferisce al continuo processo di cambiamento e di evoluzione insito nel pensiero cinese. Sei artisti cinesi e internazionali, Leonardo Drew, Golnaz Fathi, Huang Yuanqing, Pang Tao, Gatot Pujiarto e Zhang Huan, sono i protagonisti dell’esposizione. I lavori di Golnaz Fathi (una delle poche artiste ad essersi specializzata in calligrafia tradizionale persiana), Huang Yuanqing e Pang Tao focalizzano l’attenzione sulla forza spirituale che un artista acquisisce nel corso della sua pratica, la cui evoluzione è causa ed effetto di tale forza e capacità meditativa veicolata dal gesto creativa. Gli altri tre artisti in mostra, invece, esplorano maggiormente l’idea di crescita ciclica attraverso un approccio più materico, come nelle sculture di Leonardo Drew che utilizza materiali naturali o resti provenienti dall’ambiente urbano. I dipinti realizzati con l'incenso di Zhang Huan assurgono a metafora dei desideri individuali e delle memorie collettive mentre Gatot Pujiarto presenta un lavoro che invita lo spettatore a perdersi liberamente in un mondo senza confini tra ordine e disordine, ragione e impulso.
Manuela Lietti - © 2020 ARTE.it per Bulgari Hotel Shanghai