La condizione degli uomini di oggi secondo Julian Opie

La condizione degli uomini di oggi secondo Julian Opie
#Exhibitions

Per la sua prima mostra personale presso la Lisson Gallery a Shanghai, il noto artista britannico Julian Opie presenta sette opere realizzate nel 2020 raffiguranti nuovi soggetti: tre ritratti di gruppo di larga scala, tre sculture autonome e un'animazione computerizzata in movimento. In questo nuovo corpus di opere, Opie attinge all’immaginario, al paesaggio urbano delle metropoli contemporanee, utilizzando l’iconografia del quotidiano su cui innesta nuova energia e vitalità. Opie, rinomato in tutto il mondo per il suo contributo all'arte contemporanea, ha fatto sue influenze diverse come cartelloni pubblicitari, danza contemporanea, ritrattistica e scultura classica. Un motivo centrale del lavoro di Opie è la figura umana, rappresentata mentre corre, si riposa, cammina o balla, da sola o in città affollate. Questi ritratti - che si trovano negli spazi pubblici di molte delle principali città del mondo - riflettono la preoccupazione dell'artista sulla natura stessa della rappresentazione visiva e i mezzi con cui viene percepita e compresa. La mostra coincide con la presentazione del lavoro di Opie in occasione di due eventi che lo vedono protagonista a Shanghai: Jing'an International Sculpture Project, nonché la sua commissione per Huarun Group Embankment Square nell’area Pudong.
Manuela Lietti - © 2021 ARTE.it per Bulgari Hotel Shanghai